Saint-Germain-des-Prés


 

La Parigi intelletuale

 

Descrizione

Situato nel sesto arrondissement di Parigi, a due passi dal Quartiere Latino, la vita intellettuale, letteraria e artistica bolliva a Saint-Germain-des-Prés e attirava pittori come Manet o Delacroix. Luogo di incontro delle grandi personalità, il mito di Saint Germain nasce soprattutto nel dopoguerra, quando il surrealismo con Apollinaire, Aragona, André Breton e l’esistenzialismo esplodono grazie a Sartre e Simone de Beauvoir che scelsero come quartiere generale i Deux Magots, il Café de Flore e la Brasserie Lipp, caffè letterari ancora oggi famosi in tutto il mondo. Altri artisti come Picasso e Man Ray amavano venire nel quartiere.

Negli anni ’50 e ’60 il jazz fa tremare le cantine con Boris Vian e Juliette Gréco. Oggi, il quartiere è costituto principalmente da gallerie d’arte, boutique di lusso e sale da tè molto chic. Durante questo circuito, lasciatevi trasportare da una parte dal ricordo di una delle abbazie più potenti di Francia, la cui unica testimonianza che ci rimane oggi è la chiesa di Saint-Germain, che merita davvero di dare un’occhiata. Il più antico campanile di Parigi si incanta e vi invita a risalire nel tempo.

D’altra parte, serpeggiando tra le piccole viuzze e l’incantevole piazza di Furstenberg, ben nascosta ai passanti, seguiremo le orme delle grandi personalità che hanno lasciato un segno nel quartiere. Come disse Ernest Hemingway, “Parigi est une fête”, Saint-Germain-des-Près ne rappresenta il cuore.

💡Le saviez-vous ? È in questo quartiere che sono stati effettuati i primi test della ghigliottina, a due passi da dove Marat è stato accoltellato da Charlotte Corday.

 

INFORMAZIONI PRATICHE

 

Durata: 2h all’incirca

 

Luogo di ritrovo: davanti la chiesa di St Germain

 

Tariffa: tramite mail o telefono